Sempre con me…

Sta sempre con me…prendi qualunque forma…rendimi pazzo! Ma non lasciarmi in questo abisso, dove non ti posso trovare!

Cime tempestose

Screen Shot 2017-11-27 at 7.25.41 PM

Illustrazione di Rovina Cai

Annunci

Shelley per Mary Wollstonecraft

Mia carissima Mary, per quale ragione te ne sei andata,
E mi hai lasciato solo in questo mondo desolato?
Il tuo corpo è qui in verità – un corpo caro –
Ma tu sei fuggita, ti sei inoltrata per una strada desolata
Che porta alla più tetra dimora del Dolore
Dove anche per amor tuo io non posso seguirti
Ritornerai per me?

My dearest Mary, wherefore hast thou gone,
And left me in this dreary world alone?
Thy form is here indeed—a lovely one—
But thou art fled, gone down a dreary road
That leads to Sorrow’s most obscure abode.
For thine own sake I cannot follow thee
Do thou return for mine?

Screen Shot 2017-11-24 at 7.55.32 PM

Shelley scrive questi versi per Mary, affranta per la morte dei loro bambini

 

‘Sono attratto dalla fragilità’

Cosa mi è rimasto dalla presentazione di ‘Diventi inventi’ di Niccolò Fabi alla Feltrinelli di Bari:

‘Solitamente, scrivo di quello che mi accade, per capirlo meglio, per ricordarlo, o per comunicarlo’.

‘Sono molto educato. A volte troppa educazione ti blocca; in passato, è stato come stare in metropolitana, con sette persone davanti a me che mi allontanavano dalle porte, e non riuscire a scendere alla mia fermata per aver chiesto loro di spostarsi troppo educatamente’.

‘Sono attratto dalla fragilità. In passato era la mia debolezza, adesso credo sia la mia forza’.

Parola ricorrente dell’incontro: banale (e non banale).

Screen Shot 2017-10-24 at 8.44.27 PM

Mississippi Burning

  • Why did he do it? I mean, he wasn’t even in on it. He wasn’t even Klan.
  • Mr. Bird, he was guilty. Anyone’s guilty who watches this happen and pretends it isn’t. No…he was guilty all right. Just as guilty as the fanatics who pulled the trigger. Maybe we all are.

 

Gli agenti irrompono nella casa di uno degli uomini coinvolti nell’omicidio dei tre attivisti per i diritti civili, e lo trovano impiccato; in tale circostanza, avviene il dialogo:

  • Perché lo ha fatto? Voglio dire, non era neanche coinvolto. Non era neanche del [Ku Klux] Klan.
  • Mr. Bird, era colpevole. Come tutti quelli che vedono accadere questo e fanno finta di niente. No…era colpevole eccome. Colpevole come gli esaltati che hanno premuto il grilletto. Forse lo siamo tutti.

Dal film ‘Mississippi Burning‘ (1988), di Alan Parker, con Gene Hackman e Willem Dafoe.

Down in Mississippi...

Screen Shot 2017-09-18 at 9.46.29 PM

Screen Shot 2017-09-18 at 9.48.34 PM

Fonte dell’immagine: sconosciuta (web)

 

‘Vivendo il presente come ostaggi del futuro’

‘Vivendo il presente come ostaggi del futuro’
Bari, 41° 7′ 31″ N, 16° 52′ 0″ E
06:31
 
Sinesio: Eppure non facciamo ciò che fa il poeta noi stessi
vivendo il presente come ostaggi del futuro,
richiamando il passato, mettendolo
al fuoco di una prova non sua, nell’impresa d’oggigiorno?
Com’è delicato e vulnerabile il boccio di verità di un’epoca.
Come un nonnulla altera il sapore di una vita…