‘Il coraggio della scelta’

Meditando su discutibili iniziative ministeriali…è altamente consigliato leggere, informarsi, riflettere e possibilmente evolversi…

Da ‘Il coraggio della scelta’ di Isabelle Tilmant, De Agostini, 2009 (passo estrapolato da riflessioni in merito alle politiche di controllo demografico in Cina, p. 220):

‘Quando un governo pretende di imporre delle regole in materia di procreazione, non siamo più nel campo della democrazia, e l’essere umano è soggetto alla paura, se non al terrore, con conseguenti danni a livello psichico’.

screen-shot-2016-09-22-at-12-29-51-pm

Annunci

Rumbo a Gaza: Barcellona si prepara ad accogliere (e poi farla salpare) la flottiglia che pacificamente reclama diritti

Barcellona scalda i motori – o, per meglio dire, inizia a spiegare le vele – in occasione della partenza della flottiglia composta da donne che lascerà la capitale catalana alla volta di Gaza, in un simbolico atto di opposizione non-violenta al blocco illegale israeliano.

Le imbarcazioni, che toccheranno diverse tappe nel Mediterraneo (anche Messina), portano i nomi, scelti su base partecipativa, di ‘Amal’ (‘Speranza’) e Zaytouna-Oliva, ‘il grandioso olivo’ ma anche in onore dell’attivista e giornalista Vittorio Arrigoni, ucciso nel 2011, che viaggiava a bordo dell’imbarcazione ‘Oliva’.

Domani, lunedì 12 settembre 2016, l’arrivo di ‘Amal’ al vecchio porto di Barcellona (Moll de Bosch i Alsina, a pochi minuti dalla fermata della metro Barceloneta) coinciderà con l’inizio di tre giorni di eventi (laboratori – anche per bambini – tavole rotonde, seminari) che si concluderanno con la partenza delle imbarcazioni, mercoledì 14 alle ore 19,00.

L’iniziativa è stata realizzata grazie all’impegno, su base  volontaria, di cittadine e cittadini, di organizzazioni ispirate al valore della pace e della solidarietà tra popoli, e col supporto organizzativo del Comune di Barcellona e della Fondazione Esperanzah.

L’equipaggio, internazionale e interamente al femminile, è composto da attiviste, professioniste, tra cui Mairead Maguire (premio Nobel per la Pace del 1976), Cigdem Topçuoglu, Eva Manly; un lungo ponte ideale tra donne non perché vittime ma perché principali resistenze contro l’oppressione, accomunate dall’idea di Angela Davis per cui ”Il femminismo è il concetto radicale secondo cui le donne sono persone” che giocano un ruolo fondamentale nello ‘sviluppo di una comunità’.

Tutte le pratiche abbracciate dall’iniziativa e l’ideologia su cui si basa si ispirano al principio di non-violenza: ‘Tutte le iniziative a cui partecipa la Coalizione della Flottiglia della Libertà, sia teoricamente che nella pratica, si basano sulla non-violenza. La nostra posizione è sempre quella di opporci all’oppressione mediante strategie non-violente. Il nostro obiettivo è mettere fine al blocco illegale israeliano con mezzi pacifici’.

Tutte le informazioni disponibili sul sito (clicca qui) e sulla pagina Facebook, ‘Rumbo a Gaza’. Il riferimento italiano è Freedom Flotilla.

Nei prossimi giorni seguiranno aggiornamenti.

Screen Shot 2016-09-11 at 11.18.30 PM.png

Il programma:

screen-shot-2016-09-11-at-11-19-20-pm

Come arrivare all’attracco, mappa:

screen-shot-2016-09-11-at-11-20-14-pm