L’abbraccio

L’ho lasciato all’improvviso
a metà del bacio che avevamo ingaggiato
con stupore l’ho sorpreso
con un’espressione rapita da lontano
come ma non proprio prima della veglia
si aspetta a schiudere gli occhi sul mondo
sulle palprebe proiettata una visione grandiosa
dileguando un sogno sognato per caso

Bellissimo
il cuore di un uomo
quando bussa e ribussa e bussa
il permesso del tuo corpo
con colpi fermi e persi
piccole esplosioni atomiche
tra due casse toraciche