La potenza delle donne

Il corpo delle donne non è potente perché genera. Il corpo delle donne è potente perché sopporta il dolore del parto, va oltre.

Tutti abbiamo una resistenza ma l’appuntamento con il dolore fisico registrato nel DNA femminile – un dolore non accidentale ma eventualmente previsto dalla natura – conferisce alla donna una resistenza connaturata più di ogni altra cosa, più dell’istinto di maternità la cui glorificazione ha sparso nel mondo tanta sofferenza, intolleranza e pressione, nei secoli, tra le donne che non hanno voluto o non hanno potuto diventare madri.

Questo è quello che fa paura agli altri, la potenza della sopportazione del dolore. Un dolore che l’uomo non conoscerà mai, mentre guarda le donne andarci dentro e ritornare su vittoriose con una vita doppia. Anche quando non diventano madri, sanno che le donne hanno per natura questo potere sul dolore.
Una potenzialità – la sopportazione del dolore e la vittoria sul dolore – che è in tutte, mamme e non mamme.

In questo le donne sono immensamente potenti: la supremazia sulla carne lacerata, sul sangue, sulla drammaticità del parto, sul pericolo della morte che non ferma le donne, capaci per natura di risanarsi e di ospitare vita, parto dopo parto.

Se una donna può sopportare il parto come evento naturale, e tutte le donne sono uguali in questo, le donne – tutte le donne – hanno immense potenzialità.

L’infibulazione è l’abominevole e inutile tentativo di rivalsa, se non sul dolore, almeno sul piacere delle donne.

Tu sei potente, sorella, ben oltre la maternità.

Screen Shot 2015-01-29 at 12.11.52 PM
Piero della Francesca, Madonna del parto (1455). Oltre le motivazioni religiose che ispirano la solitudine della Madonna, la Donna è sola nel momento di dare alla luce. Sola, e vittoriosa.

Screen Shot 2015-01-29 at 12.18.02 PM
G. Klimt, La Speranza I (1902). Non hanno importanza la malattia e la morte che incalzano la donna; lei è lì, in prima fila, ad accettare la sfida prima di tutto con la vita. Come la speranza.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...