I nomi delle rose: dedicato alle donne illustri. Barcellona vuole omaggiare le cittadine valorose

Il ruolo giocato dagli spazi che abitiamo è, come per ogni essere vivente, fondamentale. Le città sono lo scenario in cui si innestano le dinamiche sociali non solo nella forma di azioni attivamente prodotte dall’uomo, ma anche in virtù di come l’uomo organizza il suo spazio. Poichè ogni realtà ha bisogno di essere nominata per un uso funzionale, i nomi che indicano gli spazi urbani non solo adempiono a questo compito vitale, ma sono forieri della cultura e della storia di quei posti (e non solo) in quanto evocano eventi e personaggi, i cosiddetti ‘uomini illustri’. E allora perchè non riequilibrarare la parti tra presenza femminile e maschile nella nomenclatura urbanistica, partendo dalle strade e dalle piazze che quotidianamente fanno da sfondo alle nostre vite? Se storicamente la donna è associata allo spazio intimo, alla casa, perchè non dimostrare che c’è una nuova tendenza che finalmente accoglie veramente la dimensione pubblica del ruolo della donna? Quale miglior modo di farlo se non intitolare gli spazi pubblici con nomi di donne si sono distinte per il loro apporto?

Qui si innesta l’ennesima iniziativa originale proposta dalle donne dell’Istituto Catalano delle Donne: tramite il quotidiano catalano Lavanguardia (o tramite twitter con l’hashtag #calledemujer) la popolazione di Barcellona è chiamata a dare un nome – questa volta femminile – agli spazi urbani. La discriminazione passa anche attraverso questo: è stata messa a punto un’applicazione che rileva la distribuzione dei nomi dedicati a personaggi illustri che quasi sempre sono maschili; attivare una riflessione a tutto campo sul ‘ruolo giocato in società dalle donne’, passando attraverso gli spazi che il cittadino vive, è un piccolo passo verso la valorizzazione della parte femminile della società, grazie alla rivendicazione del loro ruolo attivo e benefico in essa.

Di seguito, la traduzione dell’articolo comparso oggi su:

http://www.lavanguardia.com/participacion/20140929/54416457074/mujer-mereceria-calle-nombre.html

Quale donna meriterebbe di avere una strada col suo nome?

Dicci il nome, la località dove dovrebbe stare e perchè, raggrupperemo in una mappa i vostri contributi.

Barcellona. Spesso la storia – o quelli che la storia la scrivono – ha minimizzato il ruolo della donna. Nonostante Pur essendo donne con spirito di iniziativa, molto spesso in anticipo rispetto ai loro tempi, politiche, scrittrici, scienziate, etc. sono passate di sordina in un mondo dominato dagli uomini. Un esempio sono i nomi delle strade, delle piazze, dei parchi e degli spazi pubblici in generale, dove la percentuale delle donne illustri è appena rappresentato.

Quale donna meriterebbe di intitolare una strada col suo nome?

Invia la tua proposta o postala su Twitter con l’hashtag #calledemujer. Per partecipare, devi indicarci il nome della donna che dovrebbe avere una strada col suo nome, dove e le ragioni per cui dovrebbe ricevere un riconoscimento. Possono essere sia donne il cui apporto ha oltrepassato le frontiere o donne che sono state importanti a livello locale o regionale ma che non hanno ottenuto sufficiente riconoscimento. Trasporteremo le vostre proposte su una mappa partecipativa.

Correggere una ‘flagrante discriminazione’

L’Istituto Catalano delle Donne (ICD) ha presentato recentemente un’applicazione che permette di identificare su una mappa della Catalonia le strade intitolate a donne di ogni località. L’obiettivo di questo strumento, aperto a tutto il mondo, è dare visibilità ai contributi apportati dalle donne alla società e promuovere il riconoscimento pubblico attraverso i nomenclatori delle località. Per la presidentessa del ICD, Montse Gatell, questo nuovo strumento ”faciliterà il rilevamento e la correzione della flagrante discriminazione rappresentata dal fatto che i personaggi illustri di un luogo sono quasi sempre uomini’.

Annunci

Un pensiero su “I nomi delle rose: dedicato alle donne illustri. Barcellona vuole omaggiare le cittadine valorose

  1. Cosa si risponde a questo genere di commenti? ‘Grazie’ suona molto narcisistico : P
    Ho dato un’occhiata al blog, mi sa che hai ragione, comunque. Ciao e buon…a scrittura

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...